A Ravenna, TUTTINTAVOLA: rassegna d'arte sul cibo come referente artistico esistenziale

15 Maggio 2021 Redazione A&S 1163

Nella foto: Still life n.1 di Claudia Marinoni.

Presso lo spazio espositivo Pallavicini22 Art Gallery di Ravenna, il 15 Maggio 2021 si apre TUTTINTAVOLA – collettiva degli artisti di BiART Gallery di Bagnacavallo – che mette in mostra opere che vanno dagli utensili da cucina all’ambiente di produzione, fino agli alimenti veri e propri, raccontando così attraverso il cibo la ricchezza della natura nel suo splendore o nella sua decadenza. Il momento del mangiare appare non solo come un’esigenza umana, ma come un momento di piacere personale e di relazione con gli altri. L’uso del colore è libero e sfocia nelle diverse sfumature di una tavola imbandita o di un vaso pieno di frutta matura ed è in grado di trasmettere gli stati d’animo legati alle sensazioni del gusto.

L’iconografia delle opere è arricchita da una pluralità di riferimenti artistici di epoche differenti: da una natura morta che richiama l’atmosfera allegorica delle opere di Caravaggio, si passa alla quotidianità degli alimenti che ricordano i provocanti Tableaux-piegés di Daniel Spoerri, fino alla presentazione del cibo come merce e simbolo del consumismo dilagante che rievoca la cultura pop.

La mostra mette in scena quindi un viaggio attraverso i gusti nelle diverse epoche storiche e artistiche, gli usi e i costumi delle civiltà e le relazioni sociali che rendono il cibo un referente artistico esistenziale.

Patrocinata dal Comune di Ravenna Assessorato alla Cultura, la mostra termina il 30 Maggio 2021 e vede esporre i seguenti artisti: Aldo Burattoni, Caterina Spada, Claudia Marinoni, Evalgora Rustignoli, Fernando Orrico, Franca Faedi, Francesco Ravagli, Grazia Frisco, Liliana Santandrea, Maria Casto, Monica Pirazzoli “in arte: A Me”, Pasquale Golia, Rino Ghinassi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimo aggiornamento: 15/05/2021, 08:35