Biografia di Domenico Gianfrancesco

4 Maggio 2021 Redazione A&S 11

L'artista Domenico Gianfrancesco – nato a Roccamandolfi, in provincia di Isernia – è scultore, pittore e ceramista. Sperimentatore di nuove tecniche, Gianfrancesco mette in pratica il principio della libertà espressiva, che non permette di ipotizzare regole artistiche definitive; principio basilare che traspare in tutte le sue tele e nelle sue creazioni in ceramica. 

Nato a Roccamandolfi (IS) il 5 giugno 1944, dal 1986 risiede a Vinchiaturo.

  • 1962-1963 si diploma presso l’Istituto d’Arte di Isernia in “Arte della Ceramica”
  • 1964-1965 frequenta corsi di specializzazione presso l'Istituto d'Arte di Faenza. Nel 1964 lavora presso la Jasba Keramik in Baubach (Germania) da cui trae un’importante esperienza.
  • 1964-1965 collabora con vari studi di ceramica di Faenza lavorando con Angelo Biancini, Carlo Zauli e Ivo Sassi e si interessa a tecniche innovative di pittura e scultura.
  • 1965-2000 insegna “Arte della Ceramica” in diversi Istituti d’Arte in varie sedi d’Italia.
  • 1968-1973 inizia a dipingere con tecnica ad olio che tuttavia abbandona nel giro di breve tempo. Inoltre comincia ad ampliare le proprie esperienze scultoree creando lavori in ceramica raku e cemento plastico.
  • 1974-1980 inizia la ricerca di nuovi materiali che soddisfino l’esigenza di dare più intensità, plasticità e colore alla sua pittura. Sono questi gli anni in cui partecipa a diverse mostre nelle città di Caserta, Napoli, Latina ed altre.
  • 1983-1984 esplora una tecnica, con cui sente in quel momento di poter esprimere la sua pittura con base acrilica e terre del Molise ad alta resistenza anche all'esterno.
  • 1985-1986 si avvale delle medesime tecniche su piccole e grandi superfici, anche su ceramica.
  • Negli anni Novanta, da vita alle sue prime sculture in cemento plastico e terracotta refrattaria di grandi dimensioni, manipolando molteplici materiali, riutilizzando scarti di lavorazione per lui ancora pieni di vitalità. Ha seguito come designer il Gruppo CAAE Ceramiche fin dalla sua fondazione. Interessi: viaggi, visite a mostre nazionali e internazionali, letture, musica, escursioni soprattutto tra i percorsi montuosi. Perché nasce la mostra personale attuale: dopo tanti anni di lavoro, ha accumulato tantissime opere mai mostrate al pubblico. Oggi, spinto dall’entusiasmo della famiglia, dei parenti e degli amici decide di esporre i suoi lavori.