Mila Maraniello / Biografia

5 Giugno 2020 Redazione A&S 1801

NELLA FOTO: MARANIELLO BIO.

La digital-artist Mila Maraniello nasce a Napoli, nel 2000, e sin da giovanissima si cimenta nel disegno e l'illustrazione, sue grandi passioni.

Successivamente, studia illustrazione e concept art presso la Scuola Italiana di Comix, ed attualmente frequenta l'Accademia di Belle Arti di Napoli. Gli artisti che l'hanno ispirata maggiormente sono: Egon Schiele, Edward Hopper e Francis Bacon. I suoi principali terreni di espressione artistica sono il Design e la Comunicazione, con una particolare predilezione per il disegno digitale. Lo scopo della sua arte, come afferma la stessa artista, è esprimere il senso di inquietudine, specialmente riguardo la tecnologia, che più che renderci macchine ci rende individui coscienti ma senza né scopo né anima.

Durante i mesi del primo lockdown nel 2020 ha collaborato con l’iniziativa "Art for Aid - Un’opera: un dono" e con "L’albero delle idee e della conoscenza". Partecipa alla mostra online del Palazzo delle Arti di Napoli (PAN), Napoli Expo Art Polis 2020, a cura di Daniela Wollmann e con i testi critici di Gianpasquale Greco, durata da Giugno 2020 fino a Gennaio 2021. La sua primissima personale è stata inaugurata nel Febbraio 2020 al caffè letterario Nuts Café di Napoli, nella quale sono state mostrate al pubblico alcune opere tratte dal ciclo artistico dal titolo "Vita di carta".

Nel Luglio 2020, Mila Maraniello partecipa ad una doppia-personale con il paesaggista Giuseppe Pallitto (a cura del sociologo e giornalista Ivan Guidone) presso il Centro Studi Pietro Golia di Napoli, nella quale la giovane digital-artist propone una serie di illustrazioni dove il corpo della donna è utilizzata come metafora del Sud, così martoriato ma ancora combattivo.

Nel Febbraio del 2021 crea per la Seconda Edizione del Premio Annalisa Durante l’opera "Annalisa", donata allo street-artist Jorit, nome di spicco del panorama culturale partenopeo. Da Marzo 2021 entra a far parte della redazione del video magazine di arte, cultura e di informazione sociale City of Red Night. Il 4 Aprile 2021 rilascia un’intervista per il giornale web Orizzonti Culturali, a cura di Giuseppina Capone e Afrodita Carmen Cionchin. Si tratta di un’intervista collettiva sull’attuale condizione dell’artista donna in Italia.

Dal 10 al 17 Maggio 2021 partecipa a "70insieme" Mostra d’Arte Contemporanea, mostra collettiva dedicata al famoso cantautore Claudio Baglioni tenutasi al Palazzo Velli di Roma. Nel Luglio 2021 esce il libro "Il Cantico dei Cantici", della scrittrice Slobodanka Ciric, di cui l’artista Mila Maraniello è coautrice, nel libro possiamo trovare infatti le sue Tavole Interlocutorie commentate dal critico d’arte Deborah Di Bernardo. Dal 21 Luglio al 6 Settembre 2021 l’artista si ripresenta ancora al PAN con Napoli Expo Art Polis 2021, sempre a cura di Daniela Wollmann e Gianpasquale Greco, ma questa volta la mostra si è svolta in presenza.

Ritorna al PAN dal 18 Settembre al 2 Ottobre 2021, con la settima edizione del premio artistico "Napoli, Arte & Rivoluzione". Partecipa ad un altro evento di beneficenza, quello del 16 Ottobre de "La Casa del Sorriso", "Riaffacciamoci alla Vita", creando un’opera donata a Patrizio Oliva, eccelso sportivo, benefattore dell’associazione dell’evento.

L’11 Dicembre 2021 partecipa con l’Accademia di Belle Arti di Napoli a "Pino Daniele Alive: Charity Event". Si tratta sempre di un evento di beneficenza in cui le opere dell’artista, insieme a quelle degli altri partecipanti, si potranno trovare a fine dicembre all’asta sul sito della fondazione "Made in Cloister", e il denaro raccolto donato alle cure dei pazienti cardiopatici.