Biografia di Emidio Mastrangioli

20 Giugno 2020 redazione90

Nella foto, l'artista abruzzese Emidio Mastrangioli.

Emidio Mastrangioli nasce a Popoli (PE) nel 1988, vive e lavora a Sulmona (AQ). Mostra, sin da giovanissimo, grande passione per il disegno e da adolescente si dedica, esclusivamente, alla pittura. Studia all’Istituto Statale d’Arte di Sulmona e negli anni affronta diversi periodi stilistici per poi approdare alle sue “Nature vive” caratterizzate da bottiglie e oggetti stilizzati e alterati da un segno discontinuo ma autonomo, come se fosse inciso nella tela che può presentarsi come un’entità più complessa e caratteristica ma proprio per questo dotato di nuove valenze allusive e di imprevedibili capacità evocatrici, passando da smaltate levigatezze a superbi accordi tonali. Sono la cifra distintiva e il sigillo stilistico dell’artista. La prima personale risale al 2005 presso il Castello Cantelmo di Pettorano sul Gizio presentata da Franco Cercone.

Dal 2006 ha al suo attivo diverse personali e collettive tra le quali si menzionano le partecipazioni più recenti:

  • Percorsi d’Arte in Italia 2018, Mitreo Iside, Roma 2019;
  • 29^ Rassegna Pittori Peligni, Palazzo Colella, Pratola Peligna 2019;
  • Amor Vincit Omnia, Museo Provinciale Campano, Capua 2020.

Oltre ad essere stato invitato a prestigiosi premi e rassegne di rilievo nazionale e internazionale, tra le quali:

  • Premio Sulmona, edizioni XXXIX, XLIII, XLIV, XLV, XLVI;
  • Premio Capitolium, Roma dal 2011 al 2016;
  • Premio Gondola dell’Arte, Venezia 2012;
  • Premio Rubens, Lecce 2015;
  • Prospettive del terzo millennio, Acri 2017;
  • Biennale di Pescara, prima edizione;
  • Biennale internazionale della Calabria citra, Praia a Mare 2018;
  • Simposio internazionale, Francavilla al mare 2019;
  • Premio Firenze, edizione XXXVII;
  • Premio Arte Novara, edizione 19°.

Ha inoltre una nutrita serie di presenze in volumi e cataloghi d’arte, stampa e quotidiani online, servizi televisivi. Hanno scritto dell’artista: Barbagallo, Biondolillo, Cercone, Cordero, Curini, Di Genova, Ferloni, Filippi, Franco, Garbuglia, Le Pera, Marasà, Mingozzi, Russo, Scardigno, Serradifalco, C. Strozzieri, L. Strozzieri, Vergaro, Vitiello. Sue opere sono presenti in collezioni pubbliche e private, italiane ed estere.