Biografia di Alessandra Merenda

18 Novembre 2020 Redazione A&S 657

Nella foto la scultrice Alessandra Merenda.

La scultrice Alessandra Merenda nasce a Napoli nel Luglio del 1994, e già alla giovane età di diciannove anni è attratta dal mondo delle arti.

Avvicinatasi dapprima alla Pittura, da autodidatta, Merenda inizia un proficuo apprendistato presso la bottega di uno noto scultore partenopeo, dove apprende i rudimenti della anatomia umana e si specializza nello stile classico-figurativo.

Dopo il conseguimento della licenza classica, Alessandra Merenda decide di intraprendere gli studi artistici, iscrivendosi alla Accademia di Belle Arti di Napoli. Qui affina le sue capacità e conoscenze teorico-pratiche nel campo della Scultura, ampliando il proprio stile dal classico-figurativo al contemporaneo.

Nascono così le sue "rocce organiche", sculture trasparenti e simil-naturali realizzate in resina epossidica, opere particolarissime alle quali la giovane scultrice napoletana vi approda ispirandosi alla Natura. In questa operazione di "mimesi", Alessandra Merenda riproduce con dovizia di particolari, levigature, corrosioni ed altri fenomeni prodotti dagli agenti esterni. Dietro questa singolare firma stilistica, si cela una critica che l’artista rivolge al fenomeno dell’inquinamento causato dall'industrializzazione.

Nel corso della sua carriera artistica, l’artista Alessandra Merenda partecipa ad alcune collettive, quali:

  • Sintesi 2021 – Dialoghi Sulla Contemporaneità, svoltasi presso il Museo Crocetti di Roma nel 2021;
  • Le Forme dell’Aria – Arte e Moda attraverso i sensi, svoltasi presso la Rocca Paolina di Perugia nel 2020;
  • CAI 20 – Catalogo Artisti Italiani 2020, svoltasi presso il MACA – Museo d’Arte Contemporanea di Anagni nel 2020;
  • VinArte 2018, svoltasi a Guardia Sanframondi (Benevento) nel 2018 con direzione artistica del prof. Giuseppe Leone;
  • Connessioni, svoltasi a Guardia Sanframondi (Benevento) nel 2018 e curata dall’artista Joanna Elle Price.

Guarda le opere Leggi la Critica