Quattro chiacchiere con l'artista Emidio Mastrangioli: un sguardo retrospettivo alle sue Nature Vive (articolo + video)

4 Settembre 2020 Redazione A&S 2963

NELLA FOTO: INTERVISTA AD EMIDIO MASTRANGIOLI 2020.

Spesso, per capire veramente un artista, bisogna "scavare" un attimo nel suo recente passato ed analizzare le sue opere "giovanili" per comprendere i graduali cambiamenti che poi definiranno il suo stile. Ed è quello che la redazione di Arte & Società ha cercato di fare con l'artista Emidio Mastrangioli attraverso questa breve intervista dove il giovane maestro sulmonese ci spiega l'evoluzione della sua pittura analizzando insieme a noi una sua opera giovanile realizzata nel 2007.

Una pittura – come abbiamo già avuto modo di scrivere in un precedente articolo – costellata dagli oggetti tipici della tradizione delle "nature morte" – bottiglie di vino, Jägermeister, posaceneri, pacchetti di sigarette – ma che il bravo Mastrangioli trasforma abilmente in soggetti dotati di vita interiore.

Gli oggetti-soggetti della pittura di Emidio Mastrangioli evocano momenti sospesi nel tempo, come riflessi di una post-vita appena lasciata alle spalle, temporanea ed eterna al tempo stesso.

Di seguito, la video-intervista – condotta dal nostro critico d'arte e sociologo Maurizio Vitiello – al giovane artista sulmonese Emidio Mastrangioli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimo aggiornamento: 06/09/2021, 07:44