“Quelle come me regalano sogni #2”, collettiva internazionale ispirata ad una delle poesie più belle di Alda Merini

19 Gennaio 2023 Redazione A&S 890

NELLA FOTO: QUELLE COME ME REGALANO SOGNI 2 COLLETTIVA INTERNAZIONALE A ROMA.

Dal 20 al 30 Gennaio 2023 la Carlo D’Orta ArtStudio/Gallery ospita la collettiva internazionale “Quelle come me regalano sogni #2”.

Si tratta del secondo appuntamento con la mostra, ispirata ad una delle più belle poesie di Alda Merini, già presentata lo scorso Ottobre presso SBA Sporting Beach ARTE, seppur con l’aggiunta di alcune opere inedite. Gli artisti che partecipano alla mostra, a cura di Adelinda Allegretti, sono: Fabio Bellitti (Italia), Fiore Cagnetti (Italia), Massimo Campigli (Italia), Luigi Stefano Cannelli (Italia), Marc Chagall (RUS/F)Edoardo Cravero (Italia), Carlo D'Orta (Italia), René Jacobsen (DK)Marino Marini (I)Giorgio Mondolfo (I)Giovanni Moscatelli (I)Marco Pierini (I)Angela Policastro (I)Mel Ramos (USA)Pierre-Auguste Renoir (I)Petros Vrellis (GR)Andy Warhol (USA)Ersoy Yilmaz (TR).

Attraverso l’omaggio ad una delle più belle poesie di Alda Merini, la mostra riunisce una trentina di lavori tra pitture, fotografie, ceramiche, grafiche e installazioni, di una ventina di artisti internazionali, sia storicizzati che viventi. Filo conduttore è la donna. Ammaliatrice o santa, nuda o mondanamente abbigliata, danzante o costretta dal bondage, dalle forme arcaiche a quelle di una pin-up, virginale o sessualmente aggressiva. Quanti aspetti potremmo raccontare…

L'inaugurazione della mostra è prevista per il giorno Venerdì 20 Gennaio 2023 alle ore 17:00 con i seguenti orari di visita: da Lunedì a Venerdì dalle ore 16:00 alle 19:00; altri giorni e orari su appuntamento. Per informazioni e/o prenotazioni, potete contatatre i seguenti numeri telefonici e indirizzi di posta elettronica: +39 3280416111 / info@carlodortaarte.it / allegretti@allegrettiarte.com / +39 3286735752

Quelle come me regalano sogni, anche a costo di rimanerne prive.
Quelle come me donano l’anima,
perché un’anima da sola è come una goccia d’acqua nel deserto.
Quelle come me tendono la mano ed aiutano a rialzarsi,
pur correndo il rischio di cadere a loro volta.
Quelle come me guardano avanti,
anche se il cuore rimane sempre qualche passo indietro.
Quelle come me cercano un senso all’esistere e, quando lo trovano,
tentano d’insegnarlo a chi sta solo sopravvivendo.
Quelle come me quando amano, amano per sempre,
e quando smettono d’amare è solo perché
piccoli frammenti di essere giacciono inermi nelle mani della vita.
Quelle come me inseguono un sogno
quello di essere amate per ciò che sono
e non per ciò che si vorrebbe fossero.
Quelle come me girano il mondo alla ricerca di quei valori che, ormai,
sono caduti nel dimenticatoio dell’anima.
Quelle come me vorrebbero cambiare,
ma il farlo comporterebbe nascere di nuovo.
Quelle come me urlano in silenzio,
perché la loro voce non si confonda con le lacrime.
Quelle come me sono quelle cui tu riesci sempre a spezzare il cuore,
perché sai che ti lasceranno andare, senza chiederti nulla.
Quelle come me amano troppo, pur sapendo che, in cambio,
non riceveranno altro che briciole.
Quelle come me si cibano di quel poco e su di esso,
purtroppo, fondano la loro esistenza.
Quelle come me passano inosservate,
ma sono le uniche che ti ameranno davvero.
Quelle come me sono quelle che, nell’autunno della tua vita,
rimpiangerai per tutto ciò che avrebbero potuto darti e che tu non hai voluto…

Alda Merini

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimo aggiornamento: 19/01/2023, 16:08