Annamaria De Vito / Critica

11 Aprile 2024 Redazione A&S 103

NELLA FOTO: DEVITO CRITICA.

TESTO CRITICO #1
(a cura di Maurizio Vitiello, 2022)

Annamaria De Vito esplicita con semplicità il suo mondo interiore e rinfranca il “contest” pittorico di valenze cromatiche, scelte per rimarcare soluzioni riflessive. Nell’approccio visivo contestualizza un fervore di intenti e pianifica ulteriori studi.

(tratto dal catalogo della 49° edizione del Premio Sulmona)


TESTO CRITICO #2
(a cura di Maurizio Vitiello, 2023)

Annamaria De Vito riesce a sviluppare equilibri compositivi utili a far percepire le disposizioni verticali, composite e ad incastro. Fa emergere il suo procedere di prove e legittima redazioni pittoriche di scelte corrette per rimarcare soluzioni riflessive. Contestualizza una teoria di fervori ed organizza successivi studi.

(tratto dal catalogo del 50° edizione del Premio Sulmona)


TESTO CRITICO #3
(a cura di Mariapaola Battista, 2023)

Nei colori di Annamaria De Vito scopriamo la rinascita della vita e della speranza. Dopo la dovuta ispirazione ed una elaborata formazione l’artista approda con i suoi dipinti al meraviglioso mondo dei colori e delle forme. Lì, la fantasia, l’estro, i sentimenti possono mescolarsi e confondersi tra loro senza remore, senza indugi. Vengono fuori con esuberanza e con tenacia resistenti ad ogni provocazione ed ogni impedimento. Il risultato, quindi, è la manifestazione astratta di tematiche come la vita, la natura, l’uomo, viste in un contesto che ribolle, che desidera mostrarsi come un vulcano in eruzione. Questa è l’arte di Annamaria De Vito.

(tratto dal sito ufficiale www.adevitopainter.it)