Columna mutàtio: quando l'arte unisce la storia dei popoli. La testimonianza di Luminița Țăranu

11 Giugno 2020 Redazione A&S 1899

L'artista rumena Luminița Țăranu durante la sua personale "Columna mutàtio – La Spirale" ai

Arte & Società vi propone con piacere l'interessante report d'arte a cura dell'artista rumena Luminița Țăranu, dietro segnalazione del nostro sociologo e critico d'arte Maurizio Vitiello.

Columna mutàtio – La Spirale: quando l'arte unisce la storia dei popoli

Una delle mostre personali più importanti ed impegnative alle quali io abbia mai partecipato è stata Columna mutàtio – La Spirale ai Mercati di Traiano – Museo dei Fori Imperiali a Roma, inaugurata il 28 Novembre 2017 e durata sino al 18 Novembre 2018.

Importante sia per l’approccio con la Colonna di Traiano, un capolavoro indiscusso del mondo romano, simbolo dell’indelebile rapporto con la Romania, il mio paese di nascita, che fonda le radici ai tempi dell’Imperatore Traiano e Decebalo, il Re dei Daci, con valore di documento storico visivo e di testimonianza della formazione del popolo romeno.

"Columna mutàtio – La Spirale" di Luminița Țaranu (foto di Martina Giombini)

Impegnativa sia per la complessità dell’intero percorso della realizzazione dell’opera e della mostra, durato cinque anni, dove ogni fase ha avuto il suo ruolo determinante: il progetto, supervisionato dalla Direzione del Museo Mercati di Traiano – Museo dei Fori Imperiali e autorizzato dalla Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali del Comune di Roma, la documentazione consistente nel viaggio in Romania, nel 2012, per visitare tutti i siti e i musei archeologici daco-romani, le informazioni storiche, artistiche, archeologiche, scientifiche e visive, le visite ai Musei della Romanità a Roma: Palazzo Massimo, Musei Capitolini, Museo della Civiltà Romana, Palazzo Altemps, Mercati di Traiano, la Collezione Barracco.

"Columna mutàtio – La Spirale" di Luminița Țăranu (foto di Sebastiano Luciano)

Il coinvolgimento degli sponsor e sponsor tecnici – considerando l’installazione monumentale Columna mutàtio – La Spirale e la relativa mostra – sono state concretizzate grazie alla collaborazione professionale dell’Arch. Pietro Bagli Pennacchiotti (che ha seguito il progetto tecnico dell’opera e dell’allestimento), del fotografo professionista Sebastiano Luciano (specializzato in arte e architettura) e grazie alla partecipazione di imprese italiane, eccellenze artigianali che mi hanno dato fiducia: Vanzolini SRL di Roma per il lavoro di curvatura del metallo, assemblaggio e trasporto, CO.RE.MA. Restauri 2000 SRL di Roma, Grafco SRL di Treviso, Seritalia Live SRL di Ciampino, Comel SAS di Latina, Paulin SPA di Seren del Grappa (BL) e Art Forum Würth Capena (RM).

"Columna mutàtio – La Spirale" di Luminița Țăranu (foto di Franco Mascioli)

Per me il lavoro è stato tanto, non soltanto per l’immersione nella documentazione, nella creazione e nella realizzazione, durata due anni, dal 2015 al 2017, ma anche per la parte organizzativa: è stato bellissimo il suo aspetto “corale”, come lo ha definito Alberto Dambruoso, l’autore del testo critico nel catalogo, e da cui anche il mio desiderio che, alla fine, tutti i collaboratori fossero contenti. Il clima positivo è molto stimolante, il saper ricevere ma anche dare, un ricambio che dovrebbe essere sempre la chiave di ogni azione.

Luminița Țăranu

© RIPRODUZIONE RISERVATA