Alessandro Borrelli / Critica

15 Marzo 2023 Redazione A&S 287

NELLA FOTO: BORRELLIALEX CRITICA.

NOTA CRITICA #1
(a cura di Katia Catalano, 2022)

Un eterno divenire
Profondo conoscitore di tecniche grafiche, pittoriche e scultoree, Alessandro Borrelli si caratterizza principalmente per un'istintiva vena narrativa. Nelle sue opere egli concentra le molteplici riflessioni che affiorano da una ricerca tematica atta a trasferire sulla materia il suo sentire. In verità sarebbe troppo semplicistico ridurre il suo talento a questo enunciato perché è inevitabile percepire un'interazione di esperienze significanti, che lo stringono fortemente alla cultura partenopea, interpretata in chiave non convenzionale e protesa a dar voce al disagio esistenziale dell'uomo d'oggi. In questo luogo trovano il loro spazio ideale i sentimenti e le emozioni di sempre, rinnovando con poetica tensione l'esperienza univoca della vita. L'artista ha realizzato numerose opere con dedizione all'arte e ha cercato di scoprire i segreti del materiale scelto scrupolosamente, di volta in volta, per l'esecuzione dell'opera. Per questo motivo, le figure sono frutto di lunghi mesi di lavoro: tratteggiate con sintetica efficacia nelle positure, esternano vitalità, una schietta essenzialità e cura doviziosa di particolari.

NOTA CRITICA #2
(a cura di Maurizio Vitiello, 2020)

Alessandro Borrelli riesce con componenti di taglio modernissimo a scalare le comprensioni estetiche e a motivare dei lavori e delle plastiche singolari o, perlomeno, di calibro suggestivo. Nella perspicace e curiosa volontà di intrigare un’altra percezione, un’altra visione, un’altra prospettiva “taglia” le sue considerazioni estetiche in assemblaggi particolarissimi e agili.

NOTA CRITICA #3
(a cura di IFF, 2019)

Un'arte carica di simbolismo. Sculture che plasmano nella materia concetti e sentimenti. È l'espressività plastica di Alessandro Borrelli, artista partenopeo che forgia mano, mente e cuore nella scultura. Di lui si osservano opere cariche di uno stile unico, originale ed inconfondibile a cui l'artista giunge attraverso sperimentazioni e perfezionamenti che ci restituiscono creazioni fascinose ed enigmatiche.