Icons for Care: una mostra online all'insegna della solidarietà

19 Gennaio 2021 Redazione A&S 1711

Nella foto: le opere "Hic et Nunc" e "The appearance of light" della artista Olga Dema

Oltre venti opere inedite, astratte e concettuali, per una virtual gallery interattiva che coinvolgerà il pubblico in un’iniziativa artistica a scopo benefico dal 20 al 27 Gennaio 2021. È questa l’idea di Icons for Care, il nuovo progetto realizzato dall’artista di origini russe Olga Dema per valorizzare il ruolo sociale dell’Arte e donare un aiuto concreto a coloro che sono impegnati in prima linea nell’emergenza Covid-19.

«Oggi gli artisti, attraverso le loro opere, possono generare uomini liberi, creativi, responsabili, motivarli al sostegno reciproco, alla collaborazione, ed esortarli a un amore capace di illuminare tutta l’esistenza. Siamo tutti artisti quando facciamo un lavoro con passione e creatività spiega Olga Dema e con la mostra partecipativa “Icons for Care” vorrei quindi ispirare le persone a circondarsi di arte e, con essa, compiere un gesto di solidarietà collettivo che possa irrompere nel buio del momento che stiamo vivendo.»

Realizzato attraverso la piattaforma Exhibbit, Icons for Care si presenta come una mostra virtuale con i più recenti lavori dell’artista, intitolati ICONS. Ventuno tavole in legno, oro e materiali misti che indagano il rapporto tra l’umano e il divino attraverso la forza espressiva dell’oro e traendo ispirazione dai simboli e dalle tecniche dell’antica arte delle icone ortodosse.

Il visitatore, accedendo gratuitamente al percorso espositivo e in qualsiasi momento, potrà orientarsi autonomamente tra le opere, scoprendone i dettagli attraverso le note di approfondimento e trascorrere del tempo all’insegna dell’arte e della meraviglia, proprio come farebbe in un museo o in una galleria.

Ma non solo, con la semplice visualizzazione della mostra, nella settimana dal 20 al 27 gennaio, aiuterà l’artista a sostenere, attraverso l’arte, chi è in difficoltà. «L’esposizione si svolgerà online perché il web ci permette di restare uniti anche in questi tempi difficili di pandemia – sottolinea Olga Dema – Nelle opere collettive, ogni partecipante ha un ruolo fondamentale nel progetto comune e vorrei che la mostra “Icons for Care” diventasse un luogo d’incontro tra pubblico e arte, ora che i musei non sono ancora tutti aperti e ci viene chiesto di restare il più possibile a casa.»

Tra le opere esposte virtualmente, una sezione sarà inoltre riservata alla serie “You are Saint”, 9 ritratti fotografici in bianco e nero stampati su tavole di legno e ricoperte di fogli d’oro. «Per questo lavoro ho voluto inserire i personaggi nel contesto dell’icona sacra tradizionale perché credo che ogni anima umana inizi come una scintilla di luce divina – sottolinea l’artista – la vita di ognuno è unica, esemplare e divinamente miracolosa. La luce di ogni persona è enorme e può cambiare il mondo, ed è questo il messaggio che vorrei lanciare con Icons for Care.»

Il 27 Gennaio, infatti, Olga Dema concluderà l’iniziativa con un’opera di beneficenza, trasformando il numero delle visualizzazioni ricevute nel corso della settimana in un gesto di solidarietà reale: lo sponsor, in rappresentanza dell’artista, devolverà 1 € per ogni visita, fino a una soglia di 10.000 €, a sostegno di un ente benefico attivo nella lotta al Coronavirus. Si realizzerà così il progetto collettivo di Icons for Care. «Nella mia famiglia abbiamo perso il nonno a causa del Covid, uno scienziato russo brillante, una persona straordinaria, piena di vita, energia e curiosità, e vorrei che questo dolore toccasse meno famiglie possibile», racconta Olga Dema. La donazione verrà annunciata sulla pagina IG dell’artista, come finissage della mostra.

Icons for Care è il secondo progetto artistico di Olga Dema fondato sull’interazione diretta col pubblico. Nel 2016 aveva portato a termine con successo l’esperienza di “Use Me”, un esperimento di arte figurativa collettiva, realizzato nella città di Firenze e proposto successivamente anche a L’Aia. Con ICONS, Olga Dema si concentra sulle molteplici forme dell’arte astratta, mettendo in relazione le due culture in cui è immersa, quella russa delle sue origini e quella italiana in cui vive e lavora.

Icons for Care è visitabile al seguente indirizzo: www.olgadema.com/iconsforcare

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimo aggiornamento: 19/01/2021, 14:40