Un libro dedicato ad Elisa Maria Boglino, una delle protagoniste della Pittura del '900

13 Aprile 2021 Redazione A&S 981

Nella foto: Elisa Maria Boglino, Autoritratto (1932).

Per tutti coloro che amano la Pittura del Novecento, un libro dedicato ad una delle sue protagoniste più significative: Elisa Maria Boglino. Scritto da Anna Maria Ruta, il libro «Elisa M. Boglino. Un percorso d’arte tra Copenaghen, Palermo e Roma» è stato pubblicato dalle Edizioni Kalós per la collana Profili d’arte.

Nata a Copenaghen nel 1905, frequenta l’Accademia di Belle Arti ed inizia ad esporre in varie città danesi. Nel 1925 l'artista si trasferisce a Palermo per studiare l’arte arabo-normanna e qui si sposa con l’avvocato Giovanni Boglino. Il suo espressionismo nordico si mescola a quello meridionale sfumando colori e forme: cattura subito l’ottica straniata con cui osserva uomini e cose.

Verso gli anni Trenta del Novecento, si intensifica la sua attività espositiva da Milano a Roma e a Berlino, fino alla sua Danimarca. La sua produzione artistica tocca altissime vette con quadri come Lavandaia, Ragazza con bambina e Le alienate, considerata la sua opera più importante. Elisa Maria Boglino accompagna alla pitturail disegno e, successivamente, anche la scultura.

L'autrice Anna Maria Ruta, nasce a Palermo, dove attualmente vive. Ha lavorato nell'Università, presso la facoltà di Lettere. Ha sempre fatto ricerche nell'ambito della letteratura e soprattutto della storia dell'Arte, particolarmente siciliana (Liberty, Futurismo in vari suoi aspetti, anni Trenta). Ha organizzato diverse mostre sia per conto dell'Assessorato alla Cultura del Comune di Palermo (ceramica Florio, Martorelli, Salvatore Gregorietti, Futurismo siciliano, Benedetta), sia dalla Provincia di Catania (Aeropittori e futuristi a Catania, Renato Guttuso), sia collaborando con alcune gallerie private della città. Attualmente è impegnata in varie pubblicazioni e progetti espositivi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA