“Ars Femina. Tra pensiero e colore”, personale di Antonella Sirignano al Torrione di Forio

14 Maggio 2023 Redazione A&S 657

NELLA FOTO: ARS FEMINA TRA PENSIERO E COLORE PERSONALE DI ANTONELLA SIRIGNANO AL TORRIONE DI FORIO.

Dal 20 Maggio al 4 Giugno 2023, presso il Museo Civico "Giovanni Maltese" al Torrione di Forio (Ischia), si terrà la mostra personale di Antonella Sirignano.

Appartenente al movimento internazionale dell'Esasperatismo Logos & Bidone, l'artista napoletana Antonella Sirignano può vantare una carriera artistica ultra ventennale che l'ha portata a partecipare a numerose rassegne nazionali e non, esponendo anche a New York (USA). L'inaugurazione di “Ars Femina. Tra pensiero e colore” è prevista per Sabato 20 Maggio alle ore 20.00, con il testo critico del sociologo e critico d’arte Maurizio Vitiello e con i versi a cura del prof. Salvatore Iacolare. La mostra ha ricevuto il patrocinio del Comune di Forio e rientra nel ciclo degli eventi organizzati dall'Associazione Culturale "Radici". La personale della Sirignano è ad ingresso libero ed è visitabile tutti i giorni dalle ore 19:00 alle 22:30, mentre i Martedì dalle ore 10:00 alle 12:30.

Riportiamo di seguito quanto afferma il sociologo e critico d’arte Maurizio Vitiello nel suo testo critico: «La pittura di Antonella Sirignano è tutta motivata a bilanciare piani di ricerca. Le sue intenzioni liberano, nel suo spazio operativo avellinese, cariche emotive, che la portano a misurare la distribuzione della fantasia, che si amalgama con lo studio dei materiali, più sottili. Inquadra in sagomate quadrettature variegate centralità, che sono rivolte alla natura, al Vesuvio, a proprie memorie e ad altre stimolanti tematiche. Feconda, così, propositi. La mano di Antonella Sirignano riesce a incapsulare tenute sceniche di primaria importanza. Legittima, così, una “cifra artistica”, ben distinguibile nel panorama artistico della regione campana, ma non solo. Riesce a segmentare e a posizionare in quadrate argomentazioni paesaggi gentili, quasi un respiro amico, notazioni appartenenti al proprio percorso di vita, in cui la magia di scritture indicano traiettorie interiori, e a guardare quegli elementi iconici imbattibili, per caratura, come il Vesuvio, àncora e ala di un bel paesaggio, non comune. Quindi, è regolata una “geografia umana”, ma anche una “geografia dell’anima”. Naviga nel tempo di acquisizioni acute e non cede a lusinghe estetiche, ma rafforza un “sentiment”, molto vicino al desiderio di accarezzare le problematiche della vita con fare deciso, impegnato, ma, pur sempre, accorto, sagace, avveduto, perspicace, pronto.»

«Le sue composizioni “in” – conclude il critico Maurizio Vitiello – ci permettono di entrare nel suo mondo, sorgivo e intelligente. I vari e diversi motivi redatti rispondono a un’ideale linea di frontiera visiva, raccolgono “focus” da indagare, da esplicitare, da ripercorrere per risistemare una visualità convinta. Con le sue determinazioni pittoriche riesce a sviluppare “asset” centrali. L’occhio, però, percorre i perimetri e, poi, si posa in quegli intervalli centrali, che palesano sequenze riprese dal reale e coniugate con l’innegabile voglia di operare per sintesi e di aumentare icasticità sentite.»

Per conoscere meglio la brava artista Antonella Sirignano potete visitare la sua sezione dedicata, mentre per prenotazioni e/o informazioni sulla mostra potete scrivere all'indirizzo di posta elettronica info@iltorrioneforio.it.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimo aggiornamento: 15/05/2023, 11:36