“Ricognizione Mediterranea”, 41 artisti in esposizione a Rende (articolo + foto)

10 Febbraio 2023 Redazione A&S 2119

NELLA FOTO: RICOGNIZIONE MEDITERRANEA MOSTRA COLLETTIVA A RENDE.

Dall'11 Febbraio al 10 Marzo 2023, presso il Museo del Presente di Rende (CS), si terrà la rassegna d’arte contemporanea dal titolo “Ricognizione Mediterranea”.

L'inaugurazione della mostra è prevista per il giorno Sabato 11 Febbraio alle ore 17:00, un progetto fortemente voluto da Enzo Le Pera in co-curatela con Roberto Sottile e Maurizio Vitiello. Una prima ricognizione, che diventa il punto di partenza, un tassello di un percorso necessariamente più ampio e vasto, che vede la partecipazione in questa rassegna di ben 41 artisti selezionati ed invitati dai curatori. La mostra che resterà aperta al pubblico fino al 10 Marzo 2023 rientra nelle attività artistiche promosse dall’Amministrazione Comunale di Rende – Assessorato alla Cultura diretto da Marta Petrusewicz.

Gli artisti invitati a questa rassegna d’arte contemporanea sono: Salvatore Anelli, Caterina Arcuri, Beatríz Cárdenas, Alfredo Celli, Natino Chirico, Angela Consoli, Francesco Correggia, Maria Credidio, Maria Pia Daidone, Sebastiano Dammone Sessa, Nicola De Luca, Elena Diaco Mayer, Massimiliano Ferragina, Franco Flaccavento, Francomà, Fiorentina Giannotta, Luigi Magli, Alessandro Maio, Stefania Maranzano, Max Marra, Renato Marini, Ghislain Mayaud, Massimo Melicchio, Diego Minuti, Mauro Molinari, Pierpaolo Nudi, Viviana Pallotta, Salvatore Pepe, Pino Pingitore, Tarcisio Pingitore, Antonio Pujia Veneziano, Gianmarco Pulimeni, Myriam Risola, Anna Romanello, Antonio Saladino, Vincenzo Schirripa, Gianfranco Sergio, Emilio Servolino, Massimo Sirelli, Ernesto Spina, Gaetano Zampogna.

Ricognizione Mediterranea diventa così un grande laboratorio della creatività, dove diverse generazioni di artisti si ritrovano e si incontrano in alcuni casi per la prima volta. “Ricognizione Mediterranea” presenta nomi di livello, tra storicizzati ed emergenti, che meritano di vivere un momento d’insieme, dopo pause espositive, che hanno penalizzato la frontiera dell’arte contemporanea. Sociologicamente è una mostra d’impatto, dove il “senso del futuro” emerge e corrobora opere elaborate con diverse tecniche e realizzate in misure diverse.

Alla serata inaugurale interverranno i tre curatori Enzo Le Pera, Roberto Sottile, Maurizio Vitiello e l’Assessora alla Cultura della Città di Rende Marta Petrusewicz. La mostra con ingresso gratuito resterà aperta al pubblico dal Martedì al Sabato dalle ore 9:00 alle 13:00 e dalle 16:00 alle 20:00.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimo aggiornamento: 10/02/2023, 23:00