“Una Finestra sull’Arte Contemporanea Internazionale – Milano 2023”, esposizione collettiva a Milano

6 Novembre 2023 Redazione A&S 866

NELLA FOTO: UNA FINESTRA SULLARTE CONTEMPORANEA INTERNAZIONALE ESPOSIZIONE MILANO 2023.

Dall'8 al 17 Novembre 2023, presso la galleria Spazio Arte Tolomeo di Milano, si terrà l'esposizione collettiva “Una Finestra sull’Arte Contemporanea Internazionale – Milano 2023”.

La mostra – organizzata dall'Associazione Mega Art Gallery, in collaborazione con la dott.ssa Rita Caracausi – sarà inaugurata Mercoledì 8 Novembre, alle ore 17:00, allo Spazio Arte Tolomeo, sito in Via Andrea Maria Ampère 27, Milano. Gli orari di apertura della mostra vanno dal Martedì al Venerdì dalle ore 16:00 alle19:00 ed il Sabato dalle ore 10:00 alle 12:00. Al vernissage sono previsti gli interventi del sociologo e critico d'arte Maurizio Vitiello e dell’art promoter Claudio Giulianelli, presidente della Mega Art Gallery. Nella foto, due opere realizzate rispettivamente dagli artisti Roberto Franchitti ed Alessandro Maio. Di seguito riportiamo i nominativi degli artisti internazionali che prenderanno parte alla collettiva milanese:

ELESSA (ELENI ANAGNOSTATOS) – Grecia, ANITA ALABAU – Francia, LEON ARIEV – Germania, SU BARIKAN – USA, LUCIANO BASAGNI – Italia, MARISA BELLINI – Italia, FRANCINE BENHAMOU – Francia, KATY BISHOP – USA, DAVID BURCH – Canada, ALDO CAPASSO – Italia, PAOLA CAPORILLI – Italia, CLAUDIO CASTELLANI – Italia, FRANCESCA CERVELLI – Italia, BARBARA D’ANGELO MÅNSSON – Svezia, ANNA RITA DE BLASI – Italia, GIUSEPPE DE MICHELE – Italia, ANNA MARIA DE VITO – Italia, CLARA DI CURZIO – Italia, SILVANA  DI LORENZO – Italia, SOLANGE ESPOSITO – Brasile, GRAZIELLA FERLITO – Italia, ROSA LIA  FERRERI – Italia, ROBERTO FRANCHITTI – Italia, MARA G – Germania, CLAUDIO GIULIANELLI – Italia, DANIELA GUIDI – Italia, KARMIN SCHAFER HANSEN – USA, GABRIEL HELOU – Palestina, MARIYA HLIATSEVICH – Lituania, MARIE CLAIR JUDIC – Francia, SIMON KACI – Ungheria, HELENA KOTNIK – Spagna, IDA LA RANA – Italia, ERMONDE LEONE – Italia, ALFONSO MACIAS – Messico, ALESSANDRO MAIO – Italia, SAVERIO MARROCCO – Italia, EMIDIO MASTRANGIOLI – Italia, HEIKE METZ – Germania, VIVIANA PALLOTTA – Italia, DIMITRA PAPAGEORGIOU – Grecia, ANDRONIKI PASSALIDOU PRAVITA – Grecia, NATALLIA PIETROVA GILLO – Bielorussia, CINZIA PROSPERI – Italia, SERGIO RICCARDI – Italia, CAMILLE ROSS – USA, CARMEN SALIS – Italia, GIOVANNA SAVONA – Italia, NONA SHERMAN – Georgia, BILL SOTOMAYOR – USA, MICKAEL STOKES – Inghilterra, BJ TALOR – USA, GIUSEPPE TANZI – Italia, GABRIELLA TIRINCANTI – Italia, SUSANNA YANG – Corea, YOLANDA ZERBONI – Italia.

Di seguito riportiamo le due presentazioni presenti sul catalogo digitale rispettivamente a firma di Maurizio Vitiello e Claudio Giulianelli.

Sguardi dalla Finestra
(di Maurizio Vitiello)

Lo “Spazio Tolomeo”, che ben accoglie l’esposizione “Una finestra sull’Arte Contemporanea Internazionale - Milano 2023”, programma mostre a largo raggio. Riunirsi per rivedersi, dopo la fase pandemica dovuta al Covid-19, è voglia di tutti. Gli artisti e le artiste avvertono la necessità dell’incontro, l’urgenza dello scambio di idee per meglio comprendere lo “status” delle istanze nel panorama composito delle arti visive contemporanee a livello globale. Milano è sensibile e avvertita vetrina ombelicale italiana, raccoglie i passaggi di mercato e le correnti ultime. Internet ci permette di ‘entrare’ nel mondo, e ciò facilita contatti e ispezioni sul mondo del visivo; resta, però, fondamentale il momento del contatto fisico, la prossimità fisica e la vicinanza alla rete dei collezionisti risultano inequivocabili basi per tessiture utili. Frequentare l’ambiente artistico ed essere nel giro espositivo di livello internazionale è motivo di sostegno per captare, afferrare, condividere novità della frontiera estetica. Il ventaglio delle proposte è sempre da valutare, eventualmente da condividere o sopravanzare corroborando, ancor di più, una ‘cifra’ personale. Si possono raccogliere dal gioco estremo delle proiezioni artistiche linee armoniche ed equilibrate, da riprendere e da superare per poter puntare su una parabola attendibile di quotazioni. L’arte deve convincere, deve essere credibile e attraversare i momenti epocali. Nel riscontro dell’adesione sociale può mantenere e conservare la sua forza attrattiva. La legittimità dell’arte è nel suo filtro critico delle vicende umane.

Una Finestra sull’Arte Contemporanea Internazionale – Terza Edizione
(di Claudio Giulianelli)

La prima edizione della mostra "Una finestra sull'Arte Contemporanea Internazionale" è stata allestita nel mese di gennaio di quest'anno proprio in questa bella location milanese e nel mese di Maggio si è tenuta la seconda edizione a Roma presso la MO.C.A. GALLERY. Ora ci ritroviamo qui, un'altra volta, presso lo Spazio Tolomeo per raccogliere questa sfida: mettere a confronto le opere degli artisti provenienti da diverse nazioni e continenti per dare la possibilità ai visitatori di poter dialogare con culture, linguaggi artistici di donne e uomini che vivono migliaia di chilometri lontani gli uni dagli altri. Il panorama dell'arte contemporanea internazionale come potrete vedere visitando la mostra è molto variegato. Superato a mio avviso, il discorso delle correnti, gli artisti ora hanno la possibilità di esprimersi in maniera più autonoma e libera e questa mostra ne è la dimostrazione. Infatti, saranno esposte opere figurative accanto a quelle cosiddette informali in un continuum di colori e forme creando un equilibrio dinamico perfetto. Ma oggi come oggi ha ancora un senso parlare di formale e informale? Ritengo che queste definizioni siano soltanto un modo di etichettare e ingabbiare l'Arte che non ha e non deve avere barriere e confini anche dialettici. L'opera d'arte, secondo me, è un megafono dell’anima dell’artista che l’ha creata che parla e, talvolta, urla verso chi l'osserva. Un discorso fatto di sole immagini senza parole, talvolta, può essere più forte di un urlo. Ci sarebbe tantissimo da scrivere a riguardo, ma lascerò che parlino e urlino queste opere esposte al posto mio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimo aggiornamento: 10/11/2023, 17:19